Lubiana.

Lubiana+Slovenia
Ponte dei Draghi

Il 9 settembre è stato inaugurato il treno che collega Udine, Trieste a Lubiana. Quindi adesso raggiungere la capitale della Slovenia sarà ancora più facile!

Perchè visitare Lubiana?

Lubiana è una delle città più grandi della Slovenia, con una grande presenza di università e del grandissimo parco Tivoli. Io ho scelto di visitarla mentre rientravo dal lago di Bled, il primo dell'anno. Quando avevo messo la ricerca su Google Immagini, la prima cosa mi era comparsa, sono state le statue con i draghi simbolo di questa città e poi la zuppa di funghi nel pane.

Cosa vedere a Lubiana:

  1. Il castello di Lubiana;
  2. Il parco Tivoli;
  3. Il ponte dei draghi; 
  4. La biblioteca;
  5. La cattedrale di San Nicola.
È possibile visitare Lubiana in 1 giorno. 

Il castello è in cima alla collina e per raggiungerlo bisogna prendere la funicolare.
Dalla torre è possibile vedere il panorama sottostante offerto da questa città.
Le mostre presenti racchiudono la storia e le tradizione della Slovenia.

Curiosità: la Slovenia ha una grande cultura sulle marionette ed è possibile trovare una mostra proprio qui.
Ci sono due ristoranti e un bar all'interno della fortezza, ma vi consiglio di tornare in città per assaggiare la zuppa di funghi dentro il pane di segale.

Lubiana
Zuppa di funghi in pane 








Il mio ristorante preferito è Vodnikov Hram. Non ho ancora compreso come fanno a fare quella zuppa cosi deliziosa e quando posso, torno a Lubiana per andare a rimangiarla. Oltre alla zuppa ovviamente hanno molti piatti della tradizione slovena.

Se invece siete golosi come me, (mal che vada andate a fare una corsa al parco per bruciare i grassi) dovete andare alla pasticceria Lolita. 

Lolita+Lubiana
Pasticceria Lolila

Conclusioni:

Ho visitato questa città due volte. La prima di ritorno dal lago di Bled, (come già annunciato all'inizio) il 1 gennaio del 2015. Faceva freddo e tirava un aria gelida, al punto che non abbiamo potuto visitare il castello, non perché fosse chiuso, ma per il freddo. Se non ricordo male eravamo a -8 gradi.
La seconda volta nello stesso anno, ma ad aprile. Tutti i locali avevano messo i tavolini fuori, proprio vicino al fiume. E sul fiume navigavano le classiche barche per turismo.
L'aria era più mite, seppur più fredda rispetto a Gorizia. Ma questa volta abbiamo potuto visitare tutta la città, i negozi e il mercato.

Follow my blog with Bloglovin