Libri per blog

Libri per scrivere sul blog e tecniche Seo.

libri blog e seo

Scrivere per un blog o sul web, implica la necessità di conoscere alcuni trucchi e alcune strategie inerenti alla scrittura digitale. Non solo, mentre si scrive un contenuto è importante creare un buon Seo dopo un'accurata ricerca. 
Insomma non basta saper scrivere, bisogna scrivere per un pubblico che sta cercando informazioni e richiede risposte in modo rapido e coinciso. 
Esistono moltissimi siti che spiegano come creare contenuti ad ok per il web e altrettanti corsi online, ma anche nel mondo dei libri le informazioni non mancano. 
Mentre leggevo alcuni libri di copywriter per web e tecniche Seo, ho pensato che alcuni di questi libri avrei voluto leggerli prima di iniziare a scrivere. Quindi ho pensato di consigliarne tre libri per i principianti e non solo.

Tre libri per scrivere sul blog.

  1. "Seo & Journalism" di Salvatore Russo e Giulia Bezzi.
    Il titolo intero è Seo & Journalism: Strategie e tecniche di comunicazione per aumentare la visibilità dei contenuti online. Edizione Hoepli del 2019.
    Il libro di Russo e Bezzi è veramente molto completo e dettagliato. Non solo presenta moltissime spiegazioni inerenti alle strategie Seo e Sem per utilizzare e analizzare al meglio le parole chiave, ma fornisce una spiegazione dettagliata su come strutturare i possibili articoli. 
    Spiega la lunghezza del testo in ogni sezione dall'H1 fino al Paragrafo; spiega l'uso dei link esterni e la loro importanza.
    Inoltre riesce a dare spiegazioni dettagliate sulle tecniche giornalistiche come le Fake news, la struttura a 5 W e l'uso della Brand Jornalist. 
    Insomma un libro che riesce a fornire informazioni complete per cominciare a scrivere sul proprio blog o porsi domande su quello che si sta sbagliando.

    recensione libro seo


  2. "Scrivere per il web" di Michael Miller.
    Titolo completo: Scrivere per il web. Diventare un web copywriter e catturare l'attenzione dei clienti. Questo libro sempre edizione Hoepli risale al 2013. Per quanto non sia nuovissimo riesce a rimanere attuale e dare informazioni dettagliate su come scrivere da buon copywriter per il web. 
    Il libro è stato suddiviso in capitoli per ogni genere di ambiente dove scrivere. Quindi per scrivere su un blog oppure una testata giornalistica online oppure una pubblicità o per il social media marketing. 
    Rispetto al precedente libro in questo si entra nel dettaglio su come catturare l'attenzione del lettore soprattutto per la lunghezza del testo. 

    recensione libro blog scrittura

  3.  "Manuale di scrittura digitale creativa e consapevole" di Piero Babudro. 
    Il titolo completo è: Manuale di scrittura digitale creativa e consapevole. Un metodo nuovo per migliorare i tuoi contenuti su web e social. Data di pubblicazione 2016. 
    Lo scrittore si focalizza soprattutto sul modo di scrivere dando nozioni su come organizzare un testo, pianificare l'ordine dei contenuti e porsi domande su dove arricchire le informazioni. Mette in risalto la tecnica della piramide rovesciata con le 5W ed entra nel dettaglio sulla lunghezza del testo e i tempi di lettura. Sicuramente un libro molto interessante che parte con un punto fondamentale: la regola dell'osmosi. Il nostro atteggiamento su quello che stiamo scrivendo si ripercuote anche sul risultato finale che verrà letto e percepito. 

    recensione libro scrittura seo

Banner Esterni

I principali consigli per scrivere un buon post a livello Seo.

Un concetto fondamentale che si può trovare in tutti e tre i libri ( e non solo in questi) è sicuramente la funzione delle 5W giornalistiche e della piramide rovesciata. 
Le 5 W sono: What? Who? Where? When? Why?
Per quanto riguarda la piramide rovesciata bisognerà tener conto di: 
  • Info principali. Inizio/ attacco. Quindi H 1. In sintesi bisogna rispondere a una delle 5W per dare un'introduzione al contenuto. 
    Secondo Miller proprio in questa fase bisognerà utilizzare una buona percentuale di parole chiave. Informazione che si può ritrovare anche nel libro Seo & Jornalism. 
  • Info molto importanti ma non principali.( H 2) Spalla. Qui bisognerà sviluppare l'attacco per comprendere il fatto. 
  • Info utili ma non importanti. Corpo centrale (H 3) 
  • Info secondarie e dettagli per sviluppare ulteriormente il concetto. (H 4) 
  • Sviluppo e conseguenze delle informazioni presentate precedentemente. (H 5) Chiusura e svolgimento. 
    Da H 3 a H 5 dobbiamo tener presente che il testo presenterà delle informazioni utili, ma non importanti da essere inserite inizialmente. I dettagli, le conseguenze del fatto, il contesto e le caratteristiche serviranno per arricchire il contenuto. 

Numeri da ricordare per ogni sezione del post che scriviamo. 

Nel corso degli anni le linee guida inerenti a: quante parole utilizzare in un post, in un meta description o i tempi di lettura sono cambiati riducendosi sempre di più. 
Il libro di Miller del 2013 dava un minimo tra le 975 e le 1300 parole per i testi considerando di utilizzare una densità del 20% di parole chiave. Inoltre informava che il bot leggeva solo la prima parte del post e l'ultima. Quindi H 1 e H 5. Al 2016 venivano consigliate massimo 1500 parole con un tempo di lettura di 7 minuti. Ad oggi molte guide e site di controllo suggeriscono 5 minuti di lettura minimo 30 caratteri nel titolo e una meta description di 150 parole nelle quali dovremmo inserire anche le parole chiave. 
Un concetto non è diverso in nessuno di questi libri: le parole chiavi devono trovarsi nel primo capitolo ed essere evidenziate in grassetto. Non devono essere ripetute troppe volte e non si devono evidenziare intere frasi. 
Bisogna utilizzare le parole chiavi anche nelle immagini e nella meta description. 

Conclusioni e riflessioni personali. 

Guarda che brava sono arrivata al Paragrafo… se siete arrivati fin qui, vuol dire che la teoria della piramide rovesciata; nella quale il concetto conclusivo viene messo in alto e l'utente incuriosito resta a leggere tutto, funziona e non dobbiamo temere che siano rimasti meno di 5 minuti di lettura. 
Per quanto mi riguarda sto cercando di applicare queste regole, più molte altre che ho trovato in questi e altri libri. Non vi nascondo che ho molti difficoltà e timori, soprattutto per il quantitativo di parole e per mettere il grassetto. Sapete che se esagerate rischiate delle penalizzazioni?! 
Per quanto riguarda il titolo ho dovuto fare diversi esperimenti, anche perché Bing vedeva in alcuni post dei doppioni che invece non esistevano. Idem per quello che riguarda l'immagine di apertura. 
Fra i tre libri elencati ho sicuramente apprezzato Seo & Journalism, senza togliere nulla a quello di Miller, che a una sua affermazione: " Aggiungete tanti link cliccabili perché alla gente piace fare click" ho pensato quanto mi mancano quegli anni. 
Sul libro di Babudro e la sua affermazione inerente alla regola dell'osmosi, in più di dieci anni che scrivo sul web in realtà diverse, ho sempre avuto più fortuna quando pensavo che quello che stavo scrivendo non sarebbe stato letto da nessuno e il contrario. Forse pensare che tanto nessuno leggerà quello che sto scrivendo, mi porta a scrivere in modo più rilassato. Ma alla fine perché non provare?!

libri blogger seo copywriter


Su Bauzaar.it troverai oltre 3.000 prodotti per il tuo gatto. Scopri il tuo nuovo negozio di quartiere

Post popolari in questo blog

Gatto in viaggio. Killitam e similari

Villach. Austria.

Budapest. Tra Art Nouveau e modernità.

Bonet Vegan

Piccoli trucchi per far lievitare le torte Vegan e Gluten Free.