Alimentazione nel gattino 5 cose da sapere.

 Alimentazione nel gattino dopo i due mesi. 5 cose da sapere. 

cibo gattini consigli


Cosa dare da mangiare al proprio gattino dopo i 2 mesi di vita? Il gattino necessita di alimenti ricchi di proteine e ben bilanciati per migliorare la sua crescita, oltre a diversi elementi per il suo intestino.
Il gattino dovrà abituarsi al passaggio dal latte materno al cibo offerto in commercio. Questo passaggio può creare problemi di digestione, problemi intestinali o semplicemente di gusto.  

1. Gli alimenti completi o complementari. 

Principalmente in commercio esistono due tipologie di alimenti umidi per gatti e gattini. 
I primi si chiamano completi, ovvero sono alimenti che non necessito di altre aggiunte per il fabbisogno del nostro animale. Esistono sia come umido che secco (i croccantini). 
Gli alimenti complementari sono alimenti, che devono essere accompagnati a un'alimento completo. Praticamente i croccantini (alimento completo) e l'umido. 

Il fabbisogno energetico aumenta durante la crescita. 
I gatti necessitano di proteine per una corretta crescita e per la riparazione dei tessuti. 
La taurina, amminoacido presente nel pollo, nel pesce e in altri alimenti, è essenziale nel gatto. Purtroppo il gatto non riesce a ottenere la taurina dagli alimenti (a differenza dell'essere umano e dei cani); quindi è necessaria l'aggiunta nella sua alimentazione. In caso di alimenti pronti (croccantini e scatolette) la taurina viene aggiunta in modo bilanciato insieme a vitamine e minerali. 
Il gattino, durante la sua crescita necessita di ottime proteine, di un apporto superiore di vitamine e minerali rispetto al gatto adulto al fine di migliorare la sua crescita. 

2. Cambiare alimentazione nel gattino. 

Il cambio di alimentazione nel gattino deve essere fatto in modo graduale. 
Il gattino deve provare diversi alimenti (pollo, tacchino, maiale, pesce) sia per conoscere gli alimenti, sia per una differenza di apporto energetico fornito da ogni alimento. 
Ma il cambio di alimentazione nel gattino deve essere fatto in modo graduale. Ovvero:
se il gattino inizia a mangiare il pollo, dovrà continuare a farlo per almeno 2/3 mesi. Successivamente si dovrà aggiungere al pollo il 5/10% del nuovo alimento esempio il pesce fino al cambio completo. 
Un cambio drastico (esempio un giorno pollo e il giorno dopo pesce) può causare problemi nella flora batterica del cucciolo e quindi creare diarrea e meteorismo. 
Di base in commercio la maggior parte delle scatolette per cuccioli è al pollo. Molte scatolette o croccantini al pesce, contengono comunque una percentuale di pollo o tacchino. 

Spedizione gratis da 59€

3. Temperatura e digestione. L'utilità del massaggio. 

Il cucciolo è  abituato a mangiare poco, ma molte volte durante il giorno. Quindi la scatoletta (detta umido) dovrà essere conservata in frigorifero coperta. Alcune marche forniscono un copri lattina, altrimenti è consigliabile utilizzare dei copri lattina in silicone o la pellicola da cucina per sigillare. Per le bustine sono presenti delle mollette per la chiusura. Quando dovrete dare da mangiare al cucciolo dovrete riscaldare l'alimento. Attenzione però che non sia troppo caldo. 
L'utilità del massaggio al pancino del cucciolo è essenziale per un ottima digestione. 
Mamma gatta lecca il piccolo, noi dovremmo fare le sue veci massaggiando con movimenti circolatori e leggeri la pancia del gattino. 

4. Batteri benefici e sistema immunitario. 

Il latte materno è indispensabile per creare la flora batterica, inoltre è utile per la copertura del sistema immunitario su diverse malattie. 
Crescendo l'ecosistema dello stomaco nel gattino si modifica per assorbire i micronutrienti essenziali. 
I batteri utili aiutano il sistema immunitario, per questo è utile una corretta alimentazione e nel caso prescritto dal veterinario, l'aggiunta di fermenti lattici e probiotici. 

5. I problemi di Mochi. 

Mochi ha dimostrato sin da subito di avere difficoltà ( non ancora ben chiare) nei confronti del pollo. 
Inoltre sin da subito ha cominciato ad avere diarrea e movimentazioni intestinali. 
La sua dieta è basata quindi su scatolette e croccantini a base di pesce come: tonno, merluzzo e salmone.
Abbiamo dovuto provare diverse marche prima di trovare tre marche specifiche sia per una sua preferenza, sia per una preferenza del suo stomaco! 
Quindi cosa mangia: 
  • N&D scatoletta al merluzzo, gamberetti e zucca;
  • Life Kitten Natural Tonno. Solo in formato scatoletta perché la bustina non gli piace;
  • Disugual Cat Mini Me Kitten Salmone. A volte mescolata alla Life. 
  • Natural Trainer con Salmone. Croccantini. 
Alcune marche consigliate dalla nostra veterinaria, hanno creato diversi problemi di digestione da parte del piccolo. 
Per il primo mese non è stato un gran mangione. Ha cominciato a mangiare di più nell'ultimo mese. 
Purtroppo sembra che si annoi facilmente a un determinato gusto quindi aggiungo alla scatoletta al tonno, quella al salmone. Senza dimenticare i fermenti lattici e i ricostituenti. 
I problemi gastrointestinali, oltre alla diarrea (curata con fermenti lattici) sono stati: singhiozzo e una strana tosse
Ovviamente è stato visitato più volte. Ma sembra che quella tosse, che si manifesta una volta alla settimana, circa 30 minuti dopo che ha mangiato, potrebbe essere un reflusso gastrico o una sorta di espletazione. Cioè deve vomitare, ma non ci riesce. 
Stiamo ancora cercando di comprendere quale sia la causa. Sicuramente mangia molto in fretta ed è per questo che suddivido i pasti in cucchiaini diluiti con un poca acqua calda. 
Il massaggino al pancino (che viene personalmente a cercarmi per farselo fare), mi ha permesso di trovare un rigonfiamento nodulare dopo la prima vaccinazione. Sparito in una settimana e mai più ricomparso.
La pancia è una zona molto delicata del gatto, ma anche personale. Generalmente i gatti non si fanno toccare la pancia, ma abituarli sin da piccoli, può essere utile per farlo anche da grande cosi da identificare tempestivamente possibili problemi (tumori ecc.). 
Oramai Mochi si addormenta abbracciato a me mentre gli accarezzo lo stomaco. 
Per digerire ulteriormente lo facciamo giocare per almeno un'ora.  

Informazioni aggiuntive:

Molte informazioni in questo post mi sono state fornite dalla veterinaria di Mochi e altre dal libro di Fogle. Recensione sul blog link⏩
Inoltre:
  1. Il latte materno riesce a dare una copertura immunitaria fino al sesto mese di vita del gattino. Infatti è consigliabile effettuare il test per la FIV e FELV nel gatto dopo il sesto mese per non ritrovare test errati. Ovviamente se il gattino non presenta sintomi precedentemente. 
  2. A volte i problemi gastrointestinali causati da un alimento non sono necessariamente da collegare all'alimento, ma da possibili conservanti o addensanti aggiunti nell'umido. 
  3. Prima di parlare di possibili allergie alimentari è consigliabile attendere che il gattino sia diventato adulto. Infatti non è detto che Mochi sia allergico al pollo, ma magari in questo momento non riesce ad assimilarlo. 
  4. I cereali presenti nelle scatolette, tranne che per comprovare esigenze del gatto, non sono da escludere nell'alimentazione. 
  5. É importante dar da mangiare i croccantini al proprio gattino per i denti, ma bisogna controllare le dose previste sulla confezione in base all'età del cucciolo. 
    I croccantini devono essere di ottima qualità più delle scatolette. 

cibo gattini consigli





Spedizione gratis da 59€
Spedizione gratis da 59€

Post popolari in questo blog

Gatto in viaggio. Killitam e similari

Bonet Vegan

Villach. Austria.

Piccoli trucchi per far lievitare le torte Vegan e Gluten Free.

Calmanti per gatti in viaggio, alternative al Killitam.