Miniere di Sale di Wieliczka. Polonia

Le miniere di Sale di Wieliczka, poste a circa 15 km dal centro di Cracovia sono raggiungibili in auto, pullman di linea e tour organizzati con trasferimento come ad esempio quelle di Getyourguide.

Tipologie di visite nelle miniere:Getyourguide propone due tipologie di pacchetti guida organizzati.
Il primo, come già detto, consiste anche nel trasporto dall'hotel fino alla miniera mentre il secondo solo il tour organizzato della Miniera con ritrovo lì vicino.  Dal sito ufficiale delle Miniera è possibile acquistare anche il biglietto per: visita invidiale e percorso minerario.
Nel percorso minerario vi verranno dati i vestiti da lavoro dei minatori per ricreare le tradizioni e la vita dei minatori della miniera.  
Attività nelle Miniere di sale e Spa: La miniera di sale, utilizzata fino al 1996 per l'estrazione è anche un centro benessere/medico con Spa.
Il microclima presente dentro la miniera offre benefici respiratori per tutti, ma soprattutto per chi soffre di allergie e/o ma…
Booking.com

Bonet Vegan



La preparazione di questa ricetta è leggermente lunga. Ho fatto diversi tentativi prima di trovare la dose esatta di mandorle.

Ingredienti :

  • 80 g mandorle;
  • 65 g. di zucchero semolato; + zucchero per il caramello.
  • 60 g. di AcquaFaba;
  • 710 ml di bevanda di riso;
  • 5 g. di caffè solubile;
  • 20 g. di cacao;
  • 20 g. di amido di mais senza glutine;
  • 1 cucchiaino di liquore o Rum.

Procedimento:

  1. Per creare l'AcquaFaba:
    Mettere per 12 ore a bagno i ceci secchi precedentemente risciacquati. 
    Raggiunte le ore, scolate i ceci e metteteli a bollire per 2 ore con acqua fredda e un pizzico di bicarbonato. L'acqua deve essere il doppio del volume dei legumi.
    Quando i ceci saranno cotti, raccogliere l'acqua di cottura. 
    Addensate l'acqua di cottura e al termine mettere a raffreddare.
    Con 250 g di ceci si ottiene 250 / 300 g. di acqua di cottura.
     
  2. Per le mandorle:
    Se acquistate le mandorle da pelare, dovrete immergerle in acqua bollette per 1 minuto.
    Scolatele e mettete in un canovaccio per farle intiepidire.
    Pelate le mandorle. (La pellicina verrà via facilmente)
  3. Per la Bôônet:
    Con le mandorle pelate mettetele a tostare in una padella o sulla placca del forno per 15 minuti a 180°.
    Quando saranno fredde, trituratele con lo zucchero semolato fino a creare una farina grossolana.
  • Montate a neve l'acqua di cottura dei ceci con una frusta elettrica. Aggiungete un pizzico di sale e continuate a montare per almeno 5 minuti. 
  • Prendete la farina di mandorle e zucchero (tenete un cucchiaio da parte per le guarnizioni); mischiatela alla farina di mais, il cacao e il caffè. 
  • Aggiungete l'acqua dei ceci e la bevanda di riso. 
  • Dividete il composto in stampini, che porrete in una placca da forno con dell'acqua. 
  • Cucinate il preparato a bagno maria, in forno ventilato a 180° per 50 minuti.
  • Raffreddate gli stampini prima di deporli in frigorifero per almeno 5 ore.
  • Prima di servire il dolce preparate un caramello da usare come guarnizione sulla Bônet insieme alla granella di mandorle.

Consigli:

Perché non ho messo il caramello negli stampini prima del composto? Perché rimane troppo dolce e il gusto del caramello sovrasta quello degli altri ingredienti. 

E possibile utilizzare la granella di mandorle già pronta? Si, a condizione che riusciate a renderla ancora più fine. La mandorla si deve sentire, ma non deve sovrastare gli altri ingredienti.

Posso usare l'acqua di cottura dei ceci in scatola? Si, ma controllate le sostanze all'interno. Inoltre mi hanno sempre insegnato di buttare l'acqua delle scatolette a causa della presenza di conservanti.

Se non ho il Rum posso usare un altro liquore? Si, esistono diverse ricette che prevedono l'uso del Marsala, del Bicerin o l'Amaretto. Io ho utilizzato la grappa questa volta.

Perché ho tostato le mandorle? Per asciugarle, ma è utile anche per aumentare la fragranza in quanto non ho trovato le mandorle amare.
Yum