Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2018

gatti e calmanti

Immagine
Feliway recensione calmanti per gatti.  Sono appena rientrata dalle vacanze natalizie e Strillo è rimasto a casa. Siamo partiti il 21 dicembre e qualche giorno prima avevo acquistato il Feliway spray per auto. Il Feliway non è un calmante "invasivo", ma sono dei feromoni. Sulla confezione consigliano di spruzzarlo nel trasportino e in auto, almeno un giorno prima della partenza e 15 minuti prima di partire. È consigliabile non dare da mangiare al gatto per almeno 6 ore prima della partenza. Non SPRUZZARE direttamente sul gatto! Lasciare asciugare il prodotto prima di far entrare l'animale nel trasportino. Dunque il 19 ho iniziato a spruzzare nella casetta (cuccia), nel trasportino, sul suo leone (peluche preferito) di Strillo e in auto questo prodotto. Non ha mangiato per 6 ore prima della partenza ed è andato in bagno prima di partire. Viaggio in auto con gatto.  Siamo riusciti a percorrere circa 4 km prima di decidere di tornare indietro per riportare Strillo a

Crostata per Natale. Cacao e arance.

Immagine
  Crostata di arance al cacao. Vegan. Idee per Natale. Desiderate preparare un dolce semplice per le festività natalizie, questa crostata vegan è quello che fa per voi.  Per creare una crostata dovete prima di tutto preparare la frolla. Qui vi riporto due possibili ricette per una frolla Vegan e una classica . Un buon sistema per avere un'ottima frolla è di non lavorare troppo a lungo l'impasto e lasciarlo riposare in frigo almeno 1 ora. Vi servirà una teglia per crostata e un taglia biscotti (visto che sia sotto il periodo natalizio una forma pertinente). Se non vi piacciono le arance potete sostituire la marmellata e la frutta a vostro piacere. Ad esempio: con delle fragole, pesche, ciliegie, limoni ecc. Potete creare la crostata anche con una frolla classica senza l'aggiunta del cacao e con forme diverse per ricoprirla. Crostata di arance al cacao: Ingredienti per una tortiera da 28 centimetri. Per la frolla Vegan: 300 g di farina;  50 g di cacao amaro; 130 g di zuccher

Cosa facciamo a Capodanno?

Immagine
Ho un problema: quando devo scegliere una destinazione per Halloween o per la settimana del mio compleanno, la scelta è abbastanza semplice. Prendo l'elenco dei paesi che voglio visitare, controllo i prezzi, le date e alla fine decido. Facile no? La parte più difficile è sempre il capodanno. Quest'ansia che mi assale alla domanda: "Cosa facciamo a capodanno?" In genere la scelta per Natale è molto semplice, partiamo un paio di giorni prima di Natale e andiamo a Monfalcone (provincia di Gorizia) a casa della suocera. Lì abbiamo un migliaio di commissioni da fare tra: regali di Natale, scorte di cose da portare a Torino, andare a Nova Gorica almeno uno/due volte per fare le scorte e mangiare nei ristoranti in zona. Verso il 29/30 partiamo: da lì ovviamente le mete più gettonate per passare il Capodanno sono in Austria e in Slovenia. Vi dirò: per quanto mi senta a "casa" sia in Slovenia che in Austria preferisco visitarle con il freddo. Sapete gli

Vienna. Cosa vedere.

Immagine
  Cosa vedere a Vienna. Vienna, capitale dell'Austria, è famosa per la sua storia e la sua architettura. Questa città romantica è una meta perfetta per festeggiare il Capodanno, le sue birrerie e caffè storici dove assaggiare la sacher torte in quell'atmosfera dell'ottocento.  Visitabile anche in tre giorni. Hofburg.  Sede di diversi palazzi e mostre, ospita il Museo di Sissi, gli Appartamenti imperiali e il Museo delle Argenterie.All'interno del Museo dedicato all'Imperatrice Elisabetta, sono presenti diversi oggetti personali tra cui: abiti, accessori da toilette, ombrellini da passeggio, cofanetti da viaggio, cofanetto dei medicinali, giocattoli e gli abiti indossati in occasioni speciali. Hofburg è stato per oltre mezzo secolo, la residenza invernale e sede principale dell'impero d'Austria. Gli appartamenti imperiali si suddividono in 12 sale tra cui: le camere da letto di Francesco Giuseppe ed Elisabetta, la palestra dell'imperatrice, le sale da bal

Apple pie and Vin Brulè. Vegan

Immagine
Link post:  English ⏩ Premessa: ad inizio ottobre, ho acquistato in Slovenia (ero a Gorizia non potevo non andare a Nova Gorica) delle bustine di spezie per dolci. Una per creare il pan di zenzero e l'altra per aromatizzare il Vin Brulè. Però io non amo il Vin Brulé quindi ho pensato di inventarmi qualcosa. Dosi per una tortiera dal diametro di 18 cm. 120 g di Farina bianca tipo 1 (va benissimo anche la 00 ); 130 g di Mais lavorata finemente (o quella da polenta gialla da triturare finemente); 1 bustina di Lievito per dolci; 1 bustina di Zucchero vanigliato; 50 ml di Acqua; 200 ml di Vin Brulè; * 40 ml di Olio di Mais; 4 cucchiai di Miele; 1 pizzico di sale; 2 Mele rosse.  *PER REALIZZARE IL VIN BRULè 500 ml di vino nero amabile (Ho utilizzato un Merlot); 250 ml di acqua;  50 g di zucchero; scorza d'Arancia; scorza di un Limone; 1 stecca di Cannella; 5 chiodi di Garafano; 4 bacche di Ginepro; 1 Anice stellato; aroma di vaniglia; Zenzero  Prima di t

Post popolari in questo blog

Gatto in viaggio. Killitam e similari

Villach. Austria.

Budapest. Tra Art Nouveau e modernità.

Bonet Vegan

Affiliazioni per blog. Oltre Adsense.