Biscotti al cocco natalizi.

INGREDIENTI:

150 g. di farina di riso; 150 g. di farina di cocco; 100 g. di zucchero; 100 g. di margarina o olio di cocco;1/2 bustina di lievito per dolci; 1 uovo oppure 2 cucchiai di bevanda di soia.1 pizzico di sale;1 pizzico di curcuma;1 g. di chiodi di garofano;1 g. di cannella;1 g. di zenzero in polvere;
Procedimento:


Sciogliere la margarina. Sbattete con le fruste la margarina con lo zucchero ( e nel caso utilizzate l'uovo aggiungete anche questo). Aggiungete le spezie, il sale e le farine. Amalgamate il tutto. Se il composto risulta troppo asciutto aggiungete un cucchiaio alla volta di bevanda vegetale. Formate delle palline e disponetele su una placca da forno foderata di carta. Schiacciate leggermente le palline e mettete la placca in frigorifero per almeno 20/30 minuti. Preriscaldate il forno a 180° ventilato. Fate cuocere i biscotti per 10 minuti a 180° poi abbassate a 150° e fate cuocere ancora per 20 minuti. Lasciate raffreddare prima di servire.
Per un tocco in più: Fat…
Booking.com

Rimborso biglietti aerei


flight+airport+deleted
Foto di JESHOOTS.COM su Unsplash


Vediamo insieme come richiedere un rimborso per i nostri viaggi in aereo.

Le compagnie aeree hanno una voce all'interno del proprio sito per la compilazione di richieste di rimborso.
Generalmente i requisiti richiesti parlano di "cancellazione del volo", quindi se avete passato ore bloccati in aeroporto con la speranza di partire, secondo il modulo non avete diritto a un rimborso. Questo non è completamente vero!

Esiste una normativa europea chiamata EU261 del 2004, regolamento prevede, che in caso di Cancellazione volo, Ritardo volo e Negazione Imbarco il cliente venga indennizzato.
Per informazioni dettagliate consultate il sito: Decreto EU 261/2004

In poche parole:
⇨ In caso di Ritardo del volo: la compagnia aerea deve informare il cliente almeno 1 ora prima della partenza e organizzare un sistema di trasporto diverso. Se questo non avviene è possibile richiedere l'indennizzo. Ovviamente il ritardo deve superare almeno le 3 ore.

⇨In caso di Cancellazione del volo: la compagnia aerea deve informare il cliente 14 giorni prima della partenza. La compagnia aerea deve mettere a disposizione un nuovo mezzo di trasporto o di volo. In caso ciò non avvenga è possibile richiedere il rimborso.
Le richieste di rimborso possono essere inoltrare fino a un massimo di 18 mesi e compagnie come Ryanair informano che se la richiesta viene inoltrata entro 10 giorni, i tempi di attesa saranno più brevi.
Personalmente neanche io ero a conoscenza della possibilità di richiedere un rimborso in caso di ritardo, ma qualche giorno fa mentre ero in aeroporto per noleggiare un'auto sostitutiva, mi è stata spiegata la normativa da due persone che hanno subito un ritardo di 8 ore.

Sappiate comunque che in caso di Overbooking (ovvero sovra-prenotazioni) avete diritto a un rimborso con dei parametri diversi per destinazione. Inoltre avete la possibilità di annullare il volo con risarcimento del biglietto.
 A Francoforte mi è capitato un Overbooking. La compagnia aerea forniva ai passeggeri che sceglievano di prendere il volo del giorno dopo l'hotel, la cena e il servizio taxi per gli spostamenti.

Se avete prenotato un'auto sostitutiva per il vostro arrivo: Ricordatevi di contattare il centro prenotazioni per la modifica di ritiro. Per esperienza personale vi consiglio di contattare anche il punto di ritiro per informarli sull'arrivo del vostro volo.
In caso il volo atterri e il punto ritiro sia chiuso MA avevate contattato il centro prenotazioni, potete richiedere un risarcimento dalla compagnia di noleggio direttamente dal loro sito. 

Se in aeroporto non c'è più nessuno e fuori non sono presenti taxi, NON USCITE DALL'AEROPORTO! MA CERCATE LA POLIZIA DI FRONTIERA.
La polizia di frontiera vi può aiutare finché rimanete nell'aeroporto perché è sotto la loro giurisdizione. Loro hanno la possibilità di contattare un servizio taxi di zona o un privato stile Uber, che vengano a prendervi anche a tarda notte. Comunque in aeroporto vi troveranno perché dopo che l'ultimo volo è atterrato, devono controllare che non ci sia più nessuno all'interno dell'aeroporto.

Quindi se come me vi è capitato di passare il vostro compleanno due ore fermi in un aeroporto e un'ora dentro l'aereo sulla pista di decollo, tranquilli potete chiedere il rimborso!


via GIPHY